reggae contest

  • Acsel , nome d'arte di Alex Viaro , cantante e fondatore della Reggae Rebel Band.
    Nato il 5/2/1986 , inizia la sua avventura musicale 13 anni dopo , con un gruppo di amici ,partendo dal rap.
    Col passare degli anni prosegue la sua avventura sia come solista che come componente di diverse formazioni arrivando, nel 2010, a fare parte del gruppo "Soci alla Pari" al quale
    porterà un tocco di Reggae dal quale nascerà , nel 2011 , il primo album ufficiale "Quei Bravi Reggaezzi".
    Nel 2013 , dopo svariati tentativi , prende vita la Reggae Rebel Band
    Arriva a Maggio 2014 il momento di mettersi veramente in gioco con l'uscita dell'album "Lion's Eyes" ed una consistente lista di concerti tra i quali : the opening concert of Michael Prophet to Cerebration Festival live show at One Love Festival 2014, Positive River Festival 2014, the opening concert of the great David Hinds outta STEEL PULSE at VIBRA CLUB and more and more live show il 2015 è un anno di conferme per la RRB, nuove esperienze e palchi nazionali ed internazionali tra i quali il MainStage del ONE LOVE WORLD REGGAE FESTIVAL e dell' OVERJAM INTERNATIONAL REGGAE FESTIVAL in Slovenia come vincitori dell'OVERJAM BAND CONTEST. Esce nel 2016 il secondo album "the Tree of Life" prodotto da Princevibe e arricchito dalleimportanti collaborazioni di Uwe Banton , Jaba e Mr TO (Rootical Foundation) seguito da un Remake dalle sonorità ElectroDub del brano “Like a Child” a cura di NoFingerNails.
    Attualmente la Band sta lavorando al terzo Album ma questo è un capitolo ancora da scrivere...
    Stay Tuned – Stay Rebel

  • Acsel , nome d'arte di Alex Viaro , cantante e fondatore della Reggae Rebel Band.
    Nato il 5/2/1986 , inizia la sua avventura musicale 13 anni dopo , con un gruppo di amici ,partendo dal rap.
    Col passare degli anni prosegue la sua avventura sia come solista che come componente di diverse formazioni arrivando, nel 2010, a fare parte del gruppo "Soci alla Pari" al quale
    porterà un tocco di Reggae dal quale nascerà , nel 2011 , il primo album ufficiale "Quei Bravi Reggaezzi".
    Nel 2013 , dopo svariati tentativi , prende vita la Reggae Rebel Band
    Arriva a Maggio 2014 il momento di mettersi veramente in gioco con l'uscita dell'album "Lion's Eyes" ed una consistente lista di concerti tra i quali : the opening concert of Michael Prophet to Cerebration Festival live show at One Love Festival 2014, Positive River Festival 2014, the opening concert of the great David Hinds outta STEEL PULSE at VIBRA CLUB and more and more live show il 2015 è un anno di conferme per la RRB, nuove esperienze e palchi nazionali ed internazionali tra i quali il MainStage del ONE LOVE WORLD REGGAE FESTIVAL e dell' OVERJAM INTERNATIONAL REGGAE FESTIVAL in Slovenia come vincitori dell'OVERJAM BAND CONTEST. Esce nel 2016 il secondo album "the Tree of Life" prodotto da Princevibe e arricchito dalleimportanti collaborazioni di Uwe Banton , Jaba e Mr TO (Rootical Foundation) seguito da un Remake dalle sonorità ElectroDub del brano “Like a Child” a cura di NoFingerNails.
    Attualmente la Band sta lavorando al terzo Album ma questo è un capitolo ancora da scrivere...
    Stay Tuned – Stay Rebel

  • Mancano più di due mesi al Bababoom festival, e ieri lunedi 8 maggio si sono chiuse le iscrizioni al Bababoom band contest.

    Sono 21 le band iscritte alla quinta edizione del concorso promosso dall'associazione Bababoom.

    Come solito, solo 5 band saliranno sul palco, solo le prime 10 riceveranno il voto popolare.

  • Reggae inedito ed emergente, realizzato da band italiane, non poteva mancare al festival delle Marche.

    Siamo cosi pronti ad inaugurare la quinta edizione del Bababoom band contest, il contest per le band emergenti del panorama musicale reggae italiano.

    Il contest si svolgerà durante il Bababoom festival, il festival italiano dedicato alla musica reggae, dub, roots e tutte le varie derivazioni accumulate negli anni.

    La manifestazione 2016 ha visto la partecipazione di diciassette band. Si sono aggiudicati il primo posto la band Babalù che salgono sul main stage 2017 di diritto.

  • I giudici hanno votato, le prime dieci band qualificate per il voto online sono state decretate, ora il compito di definire le cinque band che saliranno sul palco del Bababoom festival 2017 spetta ai fans, tramite votazione online all'interno dell'evento Facebook.

    I giudici della fase online sono stati Luca Pasqualini, Manager dei Sud Sound System, Adriano Bono, noto cantante italiano, Pier Tosi, speaker radiofonico ed esperto di Reggae oltre all'associazione Culturale Bababoom promotrice del concorso.

    In palio quest'anno per la band vincitrice della quinta edizione del Band contest:

    • un premio del valore di 800 euro.
    • la partecipazione da protagonista nell'edizione successiva.
    • la promozione di un tour di 8 date in Italia.

    E' ora di svelare le prime dieci band qualificate:

    1 The Young Tree

    2 Afreak

    3 The Urgonauts

    4 Next Station

    5 The Loudlovers

    6 Lion Cage's

    7 Ka Jah City

    8 Cultural Sound

    9 Afro Family

    10 Rusty Rockers

    La media dei voti decreterà le cinque band che saliranno sul palco del Bababoom Festival 2017, in apertura ai concerti principali, con il seguente ordine:

    1° Classificato - Domenica 23 luglio

    2° Classificato - Domenica 23 luglio

    3° Classificato - Venerdi 21 luglio

    4° Classificato - Venerdi 21 luglio

    5° Classificato - Giovedi 20 luglio

    Segui tutte le band iscritte su qui.

    Segui il Bababoom festival qui

    Scarica il dettaglio dei voti qui

    Le votazioni online termineranno il 12 giugno alle ore 23. Per votare clicca qui 

     

  • Mancano più di due mesi al Bababoom festival, e ieri martedi 8 maggio si sono chiuse le iscrizioni al Bababoom band contest.

    Sono 14 le band iscritte alla quinta edizione del concorso promosso dall'associazione Bababoom.

    Come solito, solo 5 band saliranno sul palco, solo le prime 10 riceveranno il voto popolare.

  • I giudici hanno votato, le prime dieci band qualificate per il voto online sono state decretate, ora il compito di definire le cinque band che saliranno sul palco del Bababoom festival 2018 spetta ai fans, tramite votazione online all'interno dell'evento Facebook.

    I giudici della fase online sono stati Leonardo Pascale, Booking Agent Django Concerti, Adriano Bono, noto cantante italiano, Pier Tosi, speaker radiofonico ed esperto di Reggae oltre all'associazione Culturale Bababoom promotrice del concorso.

    In palio quest'anno per la band vincitrice della quinta edizione del Band contest:

    • un premio del valore di 800 euro.
    • la partecipazione da protagonista nell'edizione successiva.
    • la promozione di un tour di 4 date in Italia.

    E' ora di svelare le prime dieci band qualificate:

    1 Early Vibes

    2 Acsel & the Reggae Rebel Band

    3 Riptiders 

    4 The Urgonauts

    5 Breda Anancy

    6 Diskaya

    7 Napoli Rockers Syndacate

    8 Still Drop

    9 Nukleo Soul Gang

    10 Maz Vilander & Makadam Zena

     

     

    La media dei voti decreterà le cinque band che saliranno sul palco del Bababoom Festival 2018, in apertura ai concerti principali, con il seguente ordine:

    1° Classificato - Domenica 22 luglio

    2° Classificato - Domenica 22 luglio

    3° Classificato - Venerdi  21 luglio

    4° Classificato - Giovedi 20 luglio

    5° Classificato - Giovedi 20 luglio

    Segui tutte le band iscritte qui.

    Segui il Bababoom festival qui

  • Dopo sette anni il nuovo disco della CHOP CHOP BAND

  • Giuseppe Di Marzio in arte “DimaRoots” cimentatosi nella musica reggae dal 2013  ha pubblicato diversi singoli ed un mini album di sette brani “Petrolio”, riscontrando un buon successo al livello locale e sulla rete. L’artista si è esibito in varie Dancehall ed eventi della città di Matera ed in tutto il suo territorio, a gennaio 2018 ha lanciato il suo videoclip Song of Remption sul sito internazionale portale del reggae “Reggaeville”. Attualmente ha fondato la Ghetto Band, unendo musicisti veterani del suo genere con giovani promettenti della sua città, un progetto nuovo che porterà il repertorio dell'artista nella scena live band.

  • Giuseppe Di Marzio in arte “DimaRoots” cimentatosi nella musica reggae dal 2013  ha pubblicato diversi singoli ed un mini album di sette brani “Petrolio”, riscontrando un buon successo al livello locale e sulla rete. L’artista si è esibito in varie Dancehall ed eventi della città di Matera ed in tutto il suo territorio, a gennaio 2018 ha lanciato il suo videoclip Song of Remption sul sito internazionale portale del reggae “Reggaeville”. Attualmente ha fondato la Ghetto Band, unendo musicisti veterani del suo genere con giovani promettenti della sua città, un progetto nuovo che porterà il repertorio dell'artista nella scena live band.

  • Stabili a Bergamo provincia, in attività dal 2015 con live all'attivo tra cui festival come FaraRock, Frogland e Festa Radio Onda d’Urto (Sant’Eufemia, BS). Nella musica sono presenti elementi caratteristici del genere (sonorità, andamento e strumentazione, dub, tematiche legate al mondo rastafari etc.), tuttavia è percepibile un certo distacco dal roots convenzionale. Un reggae che nasce spontaneamente dall'incontro delle opposte esperienze musicali dei singoli – come il jazz dei fiati o il funk della chitarra solista – e trova una struttura comune che lontanamente richiama il pop.

  • Stabili a Bergamo provincia, in attività dal 2015 con live all'attivo tra cui festival come FaraRock, Frogland e Festa Radio Onda d’Urto (Sant’Eufemia, BS). Nella musica sono presenti elementi caratteristici del genere (sonorità, andamento e strumentazione, dub, tematiche legate al mondo rastafari etc.), tuttavia è percepibile un certo distacco dal roots convenzionale. Un reggae che nasce spontaneamente dall'incontro delle opposte esperienze musicali dei singoli – come il jazz dei fiati o il funk della chitarra solista – e trova una struttura comune che lontanamente richiama il pop.

  • Maz Vilander & Makadam Zena MAKADAM ZENA è il sogno musicale di Maz Vilander, al secolo Matteo Cavanna,cresciuto a pane, reggae e dialetto genovese. Impegnato anche in alcuni progetti di teatro dialettale e non, nell’estate del 2011 decide di fondare i Makadam Zena, tentando di dare una scossa verso l’uso della lingua genovese in musica. In questi anni hanno suonato a numerosi concerti, manifestazioni e Festival in giro per l’Italia, condividendo il palco con importanti artisti della scena musicale nazionale ed internazionale (The Toasters, Bunna - Africa Unite, Zibba, Skardy-Pitura Freska, Raphael). Grazie anche al supporto artistico e musicale di Federico Regesta (in arte “Reggaesta”) ottengono numerosi riconoscimenti:

    2012: vengono selezionati tra le migliori 8 band al contest “Wanted 1 Maggio” e si classificano al terzo posto al Concorso “Musica nel Golfo” di Lerici.
    2013: partecipano al “Festival Regionale della canzone in dialetto ligure” ottenendoil terzo posto e sono finalisti al “Live Tour Contest”. Vengono invitati come ospiti in trasmissioni radiofoniche e si esibiscono live in televisione a Primocanale Sound.

    2014: vincono il primo premio al “Festival San Giorgio”, dedicato alla canzone inlingua ligure e nel Maggio 2014 vincono il “Capitalent” di Radio Capital;
    2015: vengono inseriti nella compilation “Undercover” di Radio Capital;
    2016: Finalisti con il rapper SEO a Torino al Contest “Sotto il Cielo di Fred”; Al "Red Contest" di Perignano si aggiudicano il secondo posto e ricevono anche il premio per la critica "Luigi Nista" per i migliori testi socialmente impegnati.
    Una formazione che porta in musica la lingua genovese abbinandolo ad una ritmica giamaicana reinterpretata in modo originale, raccontando di storie legate alle nuove e alle vecchie generazioni, che vedono in loro una sorta di rinnovamento della tradizione.

     

  • Maz Vilander & Makadam Zena MAKADAM ZENA è il sogno musicale di Maz Vilander, al secolo Matteo Cavanna,cresciuto a pane, reggae e dialetto genovese. Impegnato anche in alcuni progetti di teatro dialettale e non, nell’estate del 2011 decide di fondare i Makadam Zena, tentando di dare una scossa verso l’uso della lingua genovese in musica. In questi anni hanno suonato a numerosi concerti, manifestazioni e Festival in giro per l’Italia, condividendo il palco con importanti artisti della scena musicale nazionale ed internazionale (The Toasters, Bunna - Africa Unite, Zibba, Skardy-Pitura Freska, Raphael). Grazie anche al supporto artistico e musicale di Federico Regesta (in arte “Reggaesta”) ottengono numerosi riconoscimenti:

    2012: vengono selezionati tra le migliori 8 band al contest “Wanted 1 Maggio” e si classificano al terzo posto al Concorso “Musica nel Golfo” di Lerici.
    2013: partecipano al “Festival Regionale della canzone in dialetto ligure” ottenendoil terzo posto e sono finalisti al “Live Tour Contest”. Vengono invitati come ospiti in trasmissioni radiofoniche e si esibiscono live in televisione a Primocanale Sound.

    2014: vincono il primo premio al “Festival San Giorgio”, dedicato alla canzone inlingua ligure e nel Maggio 2014 vincono il “Capitalent” di Radio Capital;
    2015: vengono inseriti nella compilation “Undercover” di Radio Capital;
    2016: Finalisti con il rapper SEO a Torino al Contest “Sotto il Cielo di Fred”; Al "Red Contest" di Perignano si aggiudicano il secondo posto e ricevono anche il premio per la critica "Luigi Nista" per i migliori testi socialmente impegnati.
    Una formazione che porta in musica la lingua genovese abbinandolo ad una ritmica giamaicana reinterpretata in modo originale, raccontando di storie legate alle nuove e alle vecchie generazioni, che vedono in loro una sorta di rinnovamento della tradizione.

     

  • Napoli Rockers Syndicate nasce nel 2010 dall'incontro di giovani musicisti campani, accomunati dallo smisurato amore per la musica giamaicana e dall'esigenza di dotarsi di uno strumento collettivo di crescita e diffusione culturale. Napoli Rockers esprime attraverso la musica reggae, dalla tradizione alla contemporaneità, sentimenti di uguaglianza, rispetto ed integrazione. Fin dal momento della sua formazione la band si riconosce nel filone musicale Roots Rockers, proponendo al contempo il meglio della storia di questo genere musicale ed un repertorio di composizioni proprie.

    Giorno dopo giorno, il collettivo cresce svolgendo un intenso lavoro di studio e ricerca musicale che lo porterà in giro per l’Italia condividendo palchi prestigiosi e sessioni in studio di registrazione con volti noti della reggae music, sia come ensemble d'orchestra sia come singoli strumentisti.

    Nel febbraio 2012 accompagna Rod Taylor nel suo unico concerto italiano, sul palco di Officina 99 a Napoli.
    Nel settembre 2012, la band incontra in studio il leggendario produttore e polistrumentista Dennis Bovell - noto al grande pubblico per il sodalizio artistico con Joss Stone oltre che per le collaborazioni con artisti quali Matumbi, Linton Kwesi Johnson, 4th Street Orchestra, Fela Kuti - registrando un arrangiamento del brano You're no good con la produzione di Salvatore Scognamiglio.

    L’ apice della collaborazione con Dennis Bovell culmina il 27 giugno del 2013 quando la band al completo tiene un grande concerto gratuito a Largo Banchi Nuovi davanti a migliaia di appassionati nel cuore del capoluogo campano rimasto tutt’oggi nei ricordi dei presenti.

    Nel frattempo, anche come singoli strumentisti, i Rockers hanno la possibilità di collaborare con altre band e sound system della scena campana. Queste esperienze li portano a confrontarsi con altri musicisti e realtà della scena italiana e a lavorare con artisti del calibro di Michael Prophet, Earl 16, Martin Campbell, Afrikan Simba.

    L'autunno successivo vede i musicisti di Napoli Rockers Syndicate impegnati in una febbrile attività di registrazione e sperimentazione, tanto che l'attività dal vivo viene relegata solo alla sezione ritmica del Sindacato, ovvero il Rockers Disco Set, formazione con cui apriranno il veterano selecter Aba Shanti e che li porterà in giro per il sud Italia.

    Nel settembre 2015 la band modifica la formazione e torna al completo per uno show unico in Italia, accompagnando live la leggendaria voce dei Congos, Cedric Myton e R.Zee Jackson in una lunga e memorabile notte al parco dell’ Eremo dei Camaldoli di Napoli durante una suggestiva tempesta di fulmini in lontananza. Nello stesso anno, il lungo lavoro di sperimentazione sullo stile e sul sound della band, porta alla registrazione di vari inediti in studio, sia autoprodotti che per conto di etichette come l’Aloe Vera Records di Youthman The Sant’Antonio Rockers, storico collaboratore e speaker della band.

    Oltre a varie date in tutto il territorio italiano, nel 2016 la band all’interno del Cellar Festival, accompagna nuovamente Dennis Bovell live e registra il primo singolo ufficiale, Throughout the Moonlight, collaborando con Ken Boothe, una delle voci giamaicane che più hanno influenzato la storia del reggae, arrangiando un brano che vuole essere anche un omaggio alla città di Napoli, culla ed ispirazione profonda del progetto. Nel 2018 la band è impegnata in tour per la presentazione del disco e nella stesura di nuovo materiale.

  • Napoli Rockers Syndicate nasce nel 2010 dall'incontro di giovani musicisti campani, accomunati dallo smisurato amore per la musica giamaicana e dall'esigenza di dotarsi di uno strumento collettivo di crescita e diffusione culturale. Napoli Rockers esprime attraverso la musica reggae, dalla tradizione alla contemporaneità, sentimenti di uguaglianza, rispetto ed integrazione. Fin dal momento della sua formazione la band si riconosce nel filone musicale Roots Rockers, proponendo al contempo il meglio della storia di questo genere musicale ed un repertorio di composizioni proprie.

    Giorno dopo giorno, il collettivo cresce svolgendo un intenso lavoro di studio e ricerca musicale che lo porterà in giro per l’Italia condividendo palchi prestigiosi e sessioni in studio di registrazione con volti noti della reggae music, sia come ensemble d'orchestra sia come singoli strumentisti.

    Nel febbraio 2012 accompagna Rod Taylor nel suo unico concerto italiano, sul palco di Officina 99 a Napoli.
    Nel settembre 2012, la band incontra in studio il leggendario produttore e polistrumentista Dennis Bovell - noto al grande pubblico per il sodalizio artistico con Joss Stone oltre che per le collaborazioni con artisti quali Matumbi, Linton Kwesi Johnson, 4th Street Orchestra, Fela Kuti - registrando un arrangiamento del brano You're no good con la produzione di Salvatore Scognamiglio.

    L’ apice della collaborazione con Dennis Bovell culmina il 27 giugno del 2013 quando la band al completo tiene un grande concerto gratuito a Largo Banchi Nuovi davanti a migliaia di appassionati nel cuore del capoluogo campano rimasto tutt’oggi nei ricordi dei presenti.

    Nel frattempo, anche come singoli strumentisti, i Rockers hanno la possibilità di collaborare con altre band e sound system della scena campana. Queste esperienze li portano a confrontarsi con altri musicisti e realtà della scena italiana e a lavorare con artisti del calibro di Michael Prophet, Earl 16, Martin Campbell, Afrikan Simba.

    L'autunno successivo vede i musicisti di Napoli Rockers Syndicate impegnati in una febbrile attività di registrazione e sperimentazione, tanto che l'attività dal vivo viene relegata solo alla sezione ritmica del Sindacato, ovvero il Rockers Disco Set, formazione con cui apriranno il veterano selecter Aba Shanti e che li porterà in giro per il sud Italia.

    Nel settembre 2015 la band modifica la formazione e torna al completo per uno show unico in Italia, accompagnando live la leggendaria voce dei Congos, Cedric Myton e R.Zee Jackson in una lunga e memorabile notte al parco dell’ Eremo dei Camaldoli di Napoli durante una suggestiva tempesta di fulmini in lontananza. Nello stesso anno, il lungo lavoro di sperimentazione sullo stile e sul sound della band, porta alla registrazione di vari inediti in studio, sia autoprodotti che per conto di etichette come l’Aloe Vera Records di Youthman The Sant’Antonio Rockers, storico collaboratore e speaker della band.

    Oltre a varie date in tutto il territorio italiano, nel 2016 la band all’interno del Cellar Festival, accompagna nuovamente Dennis Bovell live e registra il primo singolo ufficiale, Throughout the Moonlight, collaborando con Ken Boothe, una delle voci giamaicane che più hanno influenzato la storia del reggae, arrangiando un brano che vuole essere anche un omaggio alla città di Napoli, culla ed ispirazione profonda del progetto. Nel 2018 la band è impegnata in tour per la presentazione del disco e nella stesura di nuovo materiale.

  • Pan Paniniscus il primo album dei Pharmakos

  • Veri PEOPLE è il primo album della Reggae Ragga Roots Band registrato nel 2015. Curioso il gioco di parole tra italiano e inglese, voluto per sottolineare l’originalità dei brani, e l’autenticità delle persone che compongono il gruppo.

  • Gli Smoking Blu Reggae nascono nell’ottobre del 2002 con l’intenzione di combattere le fredde e monotone sere invernali. Da subito si ebbe l’obiettivo di mantenere fede ad un’espressione artistica unica: il Reggae.

    Con il tempo si è aggiunta l’influenza di un altro genere allegro e trascinante: lo Ska e grazie a questo mix , la band si distinse già da subito.
    Oggi la band Siciliana di 8 elementi vanta un vasto ed unico repertorio inedito -Reggae/Ska cantato sia in dialetto che in Italiano rivisita con propri arrangiamenti a tema alcuni successi degli anni‘60...

    Gli Smoking Blu Reggae sono : Angelo Patania(Tastiere & Synth) Giuseppe Rosa(Chitarra & voce) Salvatore Zappulla(Basso) Giuseppe Carbonaro(Batteria) LoNero Luciano(Percussioni) Santy Arnaldi( Trombone) Riccardo Formica(Tromba) Salvatore Alderuccio(Voce Solista)

    Per quanto riguarda la produzione discografica la band ha auto- prodotto il 1° album dal titolo “Accussi va u munnu” nel 2009, ha lanciato il nuovo singolo “Cori rasta”nel 2013 (presentato al BABABOOM FESTIVAL a Fermo nelle Marche) nel 2014 esce il 2° album “ SKA IN SMOKING “e nel 2016 arriva un' altro Singolo con il 1° Video Clip “ Segui L'Onda “

    Ci potete trovare su my space all’indirizzo:

    www.myspace.com/smokingblureggae

    Per contatti : 392.4630157 Angelo Patania – Dir.Artistico 339.2338927 Luciano Lonero – Resp. Palco 328.5368492 David Miano - Booker

    Sede : Sala Prove Propria Via Cavour, 4 96014 Floridia (SR)

    Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.